• Edoardo

La macchina fotografica FF o Aps-c?

Ormai la tecnologia ci permette di avere una mini macchina fotografica in tasca sempre pronta all'uso. Nonostante i nuovi smartphone siano sempre più performanti dal punto di vista fotografico, niente può eguagliare la qualità delle Reflex.

Esse si dividono, oltre che per diversi livelli di costo, soprattutto per tipologia del sensore che possiedono. Il sensore è la parte della fotocamera che cattura l'immagine impressa dalla luce che viene fatta passare attraverso l'obbiettivo.






Il sensore Full Frame e quello Aps-c differiscono per la loro grandezza. Il primo, è tradotto col termine "a pieno formato" ed ha dimensioni 36mm x 24 mm. Il secondo che viene detto "croppato" ha dimensioni 23mm x 16 mm.

Ma dove sta la differenza nella pratica di utilizzo in una macchina fotografica?

La differenza sta nel "fattore di crop" appunto.

Se scattassimo la stessa foto, con lo stesso obbiettivo ma con due macchine fotografiche una Full Frame e una Aps-c, ci accorgeremmo che la foto fatta col sensore più piccolo risulterà "zommata" rispetto alla foto fatta con la macchina FF.


Foto fatta con Reflex con sensore Aps-c. Presenta uno zoom x 1,6 rispetto alla foto successiva, scattata con macchina FF.


Foto scattata con macchina FF.

Entrambe le foto sono state scattate alla stessa lunghezza focale di 35 mm.


Un obbiettivo 35 mm montato su una macchina Full Frame produrrà foto a pieno formato, cioè una foto che realmente rispecchia una lunghezza focale di 35 mm.

Invece se lo stesso obbiettivo viene montato su una Reflex con sensore Aps-c ,per sapere la reale lunghezza focale ( tenendo conto del fattore di crop) che risulterà nella foto, bisognerà moltiplicare la lunghezza focale dell'obbiettivo (35mm) per 1,6. Dunque se stiamo scattando per esempio con una Canon 1300D oppure con una Nikon D3300, con un obbiettivo 35 mm, le foto che produrremo, corrisponderanno ad un obbiettivo 50 mm montato su una reflex Full Frame.


Un'altra grande differenza tra le Reflex FF e Aps-c, è la sensibilità agli ISO. Il valore Iso rappresenta la sensibilità della macchina alla luce che ci circonda.

Spesso quando siamo in situazioni di scarsa luminosità come all'interno di edifici, oppure in situazioni notturne, siamo costretti ad aumentare questo valore che rende più facile il settaggio di uno scatto senza dover per forza diminuire i valori del tempo di scatto. Così facendo si evita di produrre foto mosse (solitamente il mosso si evita stando ad un tempo di scatto 1/120- 1/200 a salire). Però più si aumenterà questo valore, più nella foto potrà essere presente il cosiddetto "rumore", cioè quella "grana" che si va formando nella foto e che ne diminuisce la qualità. Le macchine Reflex FF riescono a sopportare valori ISO più alti di quelle delle macchine Aps-c.


Qui di seguito un esempio (esagerato) di cosa il rumore produca in una foto.

(foto senza rumore)

(foto con rumore)


Dunque se con la Reflex Full Frame abbiamo degli scatti che saranno lunghezze focali reali, se ha una resistenza agli ISO migliore perché dovremmo scegliere delle Reflex con sensore Aps-c? Beh ... costano molto "meno" .




0 visualizzazioni
  • Facebook - Bianco Circle
  • Instagram